Gli edifici monumentali


La Cassa di Risparmio delle Province Lombarde (CARIPLO) prima, e la Fondazione Cariplo dopo, hanno costituito e accresciuto il patrimonio artistico sia attraverso l’acquisto di opere d’arte (dipinti, sculture, pezzi archeologici, opere d’arte orientale, arredi) che di edifici monumentali, quali il Santuario di San Giuseppe, il Palazzo Confalonieri e il Palazzo Melzi d’Eril.

La Cassa di Risparmio delle Province Lombarde (CARIPLO) prima, e la Fondazione Cariplo dopo, hanno costituito e accresciuto il patrimonio artistico sia attraverso l’acquisto di opere d’arte (dipinti, sculture, pezzi archeologici, opere d’arte orientale, arredi) che di edifici monumentali, quali il Santuario di San Giuseppe, il Palazzo Confalonieri e il Palazzo Melzi d’Eril.
Nel 1878 la Cassa di Risparmio delle Province Lombarde acquista la chiesa di San Giuseppe sita in via Verdi a Milano, progettata da
Richini e ancora dotata delle pale d’altare eseguite da Melchiorre Gherardini e da Giovanni Stefano Doneda detto il Montalto. A primi del Novecento, in vista di futuri ampliamenti dei propri uffici, la Cariplo procede, poi, all’acquisto di Palazzo Confalonieri, antica dimora della casata milanese dei Confalonieri. E’ la Fondazione Cariplo che spetta l’acquisizione del Palazzo Melzi d’Eril, edificio neoclassico appartenuto ai Melzi d’Eril, una delle più antiche dinastie nobili del capoluogo lombardo.
Il Palazzo Melzi d’Eril e il Palazzo Confalonieri , un tempo antiche dimore di famiglie aristocratiche, sono oggi le sedi di
Fondazione Cariplo (Palazzo Melzi d’Eril) e del Centro Congresso Cariplo (Palazzo Confalonieri).