Cattaneo Achille, Il Naviglio a Porta Ticinese
AI00998AFC.jpg
Opere collegate
Autori collegati

1.925 - 1.930; olio su tavola
cm. 49,5 x 59,5
firmato in basso a destra: "A. Cattaneo"
Inventario: AI00998AFC
Provenienza: Galleria Manzoni, Milano, 23 dicembre 1970

Alla mostra personale allestita nel 1925 presso Bottega di Poesia, Achille Cattaneo presentava quattro vedute dei Navigli riprendendo un tema caro alla tradizione pittorica ottocentesca. Fin dall’età romantica i canali che attraversavano Milano divennero un importante motivo d’ispirazione per gli artisti, impegnati a fermare dal vero le variazioni della luce e dell’atmosfera sull’acqua, talvolta soffermandosi sulle scene di vita popolare che vi si svolgevano. Dal 1920 l’insegnamento di Emilio Gola, insieme alla frequentazione di Leonardo Bazzaro e Ambrogio Alciati, segna l’avvio delle ricerche di Cattaneo in direzione di una pittura di paesaggio caratterizzata dall’attenzione verso la resa atmosferica, risolta con una pennellata sinuosa e rapida che diviene in breve la sua cifra distintiva. Stilisticamente affine a L’Alzaia del Naviglio Grande a Milano in Collezione, il dipinto ritrae un tratto del Naviglio nei pressi del quartiere popolare di Porta Ticinese, uno tra i luoghi preferiti dal pittore, spesso fermato con pochi tocchi di colore in dipinti su tavola di piccole dimensioni che talvolta erano intitolati Impressioni.

Fonti:Archivio Storico Intesa Sanpaolo, Patrimonio Cariplo, Opere d'arte. Atti d'acquisto ex Cariplo. Fald. 1/3, pratica n. 879 R/437

Bibliografia

Paola Zatti, Achille Cattaneo, Il Naviglio a Porta Ticinese, in Sergio Rebora, a cura di, Le collezioni d'arte. Il Novecento, Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, Milano, 2000, n. 63, pp. 94-96, ill.

Elena Lissoni
 
Crediti © Copyright 2009 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati.
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA