Tiepolo Giovanni Battista, Incontro di Rebecca ed Eleazaro al pozzo
FCIP 0054.jpg
Opere collegate

1.724 - 1.728; olio su tela
cm. 85 x 129

Inventario: FCIP 0054
Provenienza: Coll. Nissim de Camondo, Parigi; coll. Privata, New York
Esposizioni: 1993, Venezia, s. n. ; 1996, Milano, s. n.; 1998-1999, Monza, n. 3

Il dipinto proviene dalla collezione parigina Nissim de Camondo, da dove dopo il 1892 passò in una raccolta newyorkese; rientrata in Italia fu venduta da Finarte a Cariplo nel 1983, per trattativa privata.
L’iconografia della tela, le cui dimensioni farebbero pensare ad un’opera realizzata per una committenza privata, o più probabilmente ad uno studio molto avanzato per una pala d’altare, raffigura fedelmente un episodio della Genesi, in cui Eleazaro, servitore di Abramo, su incarico del suo padrone offre una preziosa collana a Rebecca, al fine di ottenere dalla ragazza il consenso a sposare il figlio di Abramo, Isacco. Si tratta di un soggetto che si presenta con una certa frequenza nella produzione di Tiepolo: in realtà la critica è divisa in merito al riconoscimento della loro autografia: anche la tela conservata alla Galleria Nazionale di Atene, di struttura speculare rispetto alla nostra, è considerata opera di scuola. 
Anche per la tela in esame l’attribuzione non è accolta unanimemente: la mano del maestro veneziano è riconosciuta da Morassi e Pallucchini, che accosta il dipinto alla Storie mitologiche un tempo in Palazzo Sandi a Venezia, realizzate nel 1724-25. Più recentemente anche Zuffi e Spiriti confermano il riferimento a Tiepolo: lo Zuffi condivide il parere di Pallucchini e rimarca i riferimenti all’arte di Sebastiano Ricci; Spiriti invece ipotizza una “autografia almeno parziale” che giustificherebbero alcune debolezze formali. Proprio queste rigidità costituiscono l’elemento per il quale Pedrocco, Terraroli ed Eugenia Bianchi dubitano della paternità di Tiepolo, pur rimarcando la matrice tiepolesca e ipotizzando l’intervento di un seguace. 
L’analisi stilistica porta invece ad evidenziare alcuni elementi di grande eleganza, la figura di Rebecca, la bambina seduta sui gradini del pozzo, Eleazaro con il paggio, che fanno pendere la bilancia del giudizio dalla parte dell’autografia. Se accettiamo l’ipotesi di una produzione giovanile, intorno al 1725, anno in cui realizzò l’ Alessandro Magno e Campaspe davanti ad Apelle (Montreal, Museum of Fine Arts), in cui si respira un’atmosfera assai simile a quella del nostro Incontro di Rebecca, alcune incertezze sarebbero motivate dalla considerazione di una personalità forte, ma in fase di definizione, in cui i riferimenti a Piazzetta e Ricci non sono ancora stati abbandonati per l’abbraccio al Veronese. In questo modo, la Collezione Cariplo si trova a conservare tre testimonianze dell’arte del giovane Giambattista: infatti, oltre alla Rebecca al pozzo, appartengono alla raccolta le due scene con Cacciatori, la cui autografia appare indiscussa.

Fonti:Archivio Fondazione Cariplo, Opere d'arte, Atti d'acquisto ex Cariplo 2/3

Bibliografia

Antonio Morassi, Nuovi inediti del Tiepolo, in “Emporium. Rivista mensile illustrata d’arte, letteratura, scienza e varietà. Rivista illustrata di arte e cultura”, a. LVI, n. 11, Istituto Italiano di Arti Grafiche, Bergamo, novembre 1950, p. 200, ill. 8, p. 202;
Anna Pallucchini, L’opera completa di Giambattista Tiepolo, Rizzoli, Milano, 1968, n. 37;
William L. Barcham, The Religious Paintings of Giambattista Tiepolo. Piety and Tradition in Eighteenth Century Venice, Clarendon Studies in the History of Art, Oxford, 1989, p. 78, nota 136;
Massimo Gemin – Filippo Pedrocco, Giambattista Tiepolo. I dipinti. Opera completa, Arsenale, Venezia, 1993, p. 290;
Stefano Zuffi, Rebecca al pozzo, in Tesori d’arte delle banche lombarde, Associazione Bancaria Italiana, Milano, 1995, n. 359, p. 201, ill.;
Valerio Terraroli, Incontro di Rebecca ed Eleazaro al pozzo, in Rossana Boscaglia, a cura di, Tiepolo a Milano: l’itinerario lombardo del pittore veneziano, catalogo della mostra, Milano, diverse sedi, 14 settembre – 27 ottobre 1996, Skira, Milano, 1996, pp. 54-55;
Andrea Spiriti, Incontro di Rebecca ed Eleazaro al pozzo, in Maria Luisa Gatti Perer, a cura di, Le collezioni d’arte. Dal Classico al Neoclassico, Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde , Milano, 1998, n. 152, pp. 291-294, ill.;
Eugenia Bianchi, Incontro di Rebecca ed Eleazaro al pozzo, in Carlo Pirovano, a cura di, Luci e colori del vero. Genti e paesi nella pittura veneta e lombarda dalle collezioni Ambroveneto, Banca Intesa e Fondazione Cariplo, catalogo della mostra, Monza, Serrone di Villa Reale, 20 novembre 1998 – 24 gennaio 1999, Electa, Milano, 1998, n. 3, pp. 34-35.

Domenico Sedini
 
Crediti © Copyright 2009 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati.
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA