Cascella Michele, Finestra aperta; Veduta di Portofino; Portofino
AI01527AFC.jpg
Parole chiave
Opere collegate

1.956; olio su tela
cm. 101 x 73
firmato e datato in basso a sinistra: “Michele Cascella/Portofino 1956”; sul verso, al centro, incollato alla tela, ritaglio di giornale: “ Il Secolo XIX – Mercoledì 15 agosto 1956 […]”
Inventario: AI01527AFC
Provenienza: Milano, Finarte, asta 553, 19 giugno 1986
Esposizioni: 1956, Portofino, Azienda Autonoma di Portofino (senza catalogo), s. n.

Con l’ingresso in Collezione nel 1986 di Via San Calimero a Milano e Portofino, entrambi provenienti dal mercato antiquario, la Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde arricchisce il proprio patrimonio di due significative testimonianze figurative del percorso creativo di Michele Cascella, già documentato in Collezione da altre due opere, Lungo il Naviglio e L’Ingresso del Portello, acquistate nel 1929 presso la Galleria Pesaro di Milano.

La grande tela in Collezione, datata 1956, è presentata nell’agosto dello stesso anno alla mostra allestita presso l’Azienda Autonoma di Portofino promossa dallo scrittore Salvator Gotta, come documenta il ritaglio di giornale che recensisce l’esposizione, applicato sul retro della tela.

Fin dal 1938 l’artista, ormai specializzatosi nella pittura di paesaggio, frequenta con assiduità la località ligure di Portofino che diviene, in breve, uno fra i suoi soggetti ricorrenti, affrontato ripetutamente durante la maturità. Durante la sua lunga carriera, infatti, Cascella ritorna con insistenza sugli stessi temi, fino a realizzare un vero e proprio repertorio di luoghi che si qualificano come tappe fondamentali del suo percorso umano e artistico: Ortona, Portofino, Parigi, New York e Milano. 

Nelle prime prove dedicate a Portofino l’artista si sofferma sui dettagli del paesaggio, indagando in particolare gli spazi che circondano il suo studio, e restituisce una dimensione intima e privata del luogo in delicati pastelli e acquerelli. Solo nella sua produzione matura realizza quelle vedute d’insieme della baia, avvolte in una gioiosa e intensa luce mediterranea, che costituiscono la sua cifra stilistica caratteristica. All’interno di questo vasto repertorio l’opera in Collezione si distingue per il taglio fotografico che sfrutta il vano della finestra dello studio per incorniciare il paesaggio in lontananza. Lo scorcio del vivace porticciolo di Portofino animato dalle imbarcazioni che solcano il mare si rivela tra i rami dell’ulivo, oltre la balaustra in ferro battuto, in uno studiato equilibrio compositivo. Una soluzione adottata nuovamente dall’artista nel 1957 in Finestra a Portofino (J. Silverstein, North Bergen, New Jersey), quasi una replica di dimensioni leggermente maggiori di questa in esame, segnalata nella monografia dedicata a Michele Cascella del 1958, introdotta da Georges Pillement, all’epoca tra i più accreditati critici parigini.

Fonti:Archivio Storico Intesa Sanpaolo, Patrimonio Archivistico Cariplo, Opere d'arte. Atti d'acquisto ex Cariplo. Fald. 2/3, pratica n. 879 R/708.

Bibliografia

Ghil., Nuove pitture di Cascella esposte a Portofino, in “Il Secolo XIX”, mercoledì 15 agosto 1956, (Finestra aperta);
Opere d'arte contemporanea: dipinti e disegni, asta 553, Finarte, Milano, 1986, n. 184, p. 79, ill.;
Giuseppe Bonini, a cura di,, Catalogo ragionato generale dei dipinti di Michele Cascella , Giorgio Mondadori & associati, Milano, 1988, n. 56/3, p. 225 ill. (Veduta di Portofino);
Tesori d'arte delle banche lombarde, Associazione Bancaria Italiana, Milano, 1995, p. 377, n. 735;
Francesca Paola Rusconi, Michele Cascella, Portofino, in Sergio Rebora, a cura di, Le collezioni d'arte. Il Novecento, Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, Milano, 2000, n.56 p. 89, ill.;
Sergio Rebora, La pittura di paesaggio in Lombardia nel Novecento. La pinacoteca della Fondazione Cariplo, in “ Ca’ de sass”, n. 151, Cariplo, Milano, dicembre 2001, p.12, ill.

Elena Lissoni
 
Crediti © Copyright 2009 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati.
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA