Hayez Francesco, The Last Meeting between Jacopo Foscari and his Family Before Being Sent into Exile
AH01833AFC.jpg
Keywords
works associated

1,838 - 1,840; oil on canvas
cm. 165 x 233

Inventory: AH01833AFC
Provenance: Vienna, Belvedere Gallery (from 1840); Milan, Galleria Scopinich (in 1828); Milan, Bernocchi Collection (until 1989)
Exibition: 1840, Milano, n.32; 1928, Milano, n. 116; 1934, Milano, Castello Sforzesco, n. 42; 1983-1984, Milano, n. 91; 2011, Milano, Pinacoteca di Brera, n. IV.1; 2013, Milano, s.n.; 2015-2016, Milano, n. 61; 2018, Da Tiepolo a Richter, l'Europa che dialoga , Bruxelles, Cinquantenarie Museum (24 maggio - 30 settembre), senza catalogo

The painting was commissioned in 1838 by Emperor Ferdinand I, who had arrived in Milan for his coronation as king of Lombardy and Veneto, and it was destined for the Belvedere Gallery in Vienna. On its completion in 1840 the work was valued at the extremely high price of five thousand florins by the Commissione Permanente di Pittura dell’Accademia di Brera, which thus recognized its exceptional quality. In 1928 this large canvas was auctioned at the Galleria Scopinich in Milan, together with other valuable Italian paintings from the imperial collections, where it was  bought by Antonio Bernocchi an important member of the rising entrepreneurial middle class, who was active in the textile sector and became senator of the Kingdom of Italy in 1929. The painting entered the Cariplo Collection from this prestigious private collection in 1989.

Histoire de la République de Venise by the French historian Pierre Daru is the literary source of this episode regarding the Doge, who was forced to accept that his son Jacopo was sentenced to exile after being unjustly accused of treason. This subject had also been formerly addressed by Lord Byron in 1821 in his tragedy The Two Foscaris, which inspired the opera of the same name in 1844 by Giuseppe Verdi 

The critics immediately recognised the theatrical appeal of history painting that often chose the same subjects as the more popular operas. The general public readily identified with the events depicted on canvas because of the precise reconstruction of settings, costumes and gestures, but also because they included portraits of their contemporaries as historical figures.

 In this canvas in the Collection the Doge is an older self portrait of Hayez himself, and with a dramatic gesture he forces his son to respect the decision of the Council of Ten, as he leans on his stick trembling with emotion. The differing reactions of the figures around him are evident: the silent suffering of the women; the icy expression of Jacopo’s enemy Loredano standing beside him, as the condemned son stretches out his hands towards his father; the various emotions of the children.

Jacopo’s leavetaking of his family is rendered even more agonising by the allusion to his imminent departure from his homeland evident in the view of the lagoon with the ships about to set sail, which can be glimpsed through the portico of the Ducal Palace.

 The myth of Venice and the loneliness of the powerful are condensed in this episode, which Hayez treated repeatedly in several versions, including the famous canvas commissioned by his friend and adviser Andrea Maffei and executed between 1852 and 1854 (Florence, Galleria d’Arte Moderna Palazzo Pitti).

The artist’s dramatic sensibility and the similarity between his painting and Verdi’s opera, was further confirmed when he was asked to revise the costume-sketches for the staging of The Two Foscaris in 1858.

From November 2011, the work has been on view at the Gallerie d’Italia in Milan.

Sources:Archivio Fondazione Cariplo, Fondazione Cariplo Iniziative Patrimoniali S.p.A. Opere d'arte, Hayez, Abboccamento

Bibliography

Cenni critici intorno alla esposizione degli artisti e dei dilettanti nelle gallerie dell'I. R. Accademia di belle arti in Milano. Anno 1840, C. Tinelli, Milano, 1840, n. 32, p. 7;
Carlo Tenca, Esposizione di Belle Arti in Brera, articolo I, in “ Il Corriere delle Dame”, a. XL, n. 26, Milano, 10 maggio 1840, pp. 202-203;
Giacinto Longoni, La protezione e l’amore alle Belle Arti, in “Gazzetta Privilegiata di Milano”, a. X , n. 260, Milano, 16 settembre 1840, pp. 1073-1075;
Ignazio Fumagalli, Esposizione di belle arti nell’I. R. palazzo di Brera, in “Biblioteca Italiana, ossia Giornale di letteratura, scienza ed arti”, vol. XCVII, Milano, gennaio 1840, pp. 106-107;
Jacopo Cabianca, L’ultimo abboccamento di Giacomo Foscari, dipinto di Francesco Hayez, in Album. Esposizione di Belle Arti in Milano, Canadelli, Milano, 1840, pp. 1-7, ill. p. 1;
Pietro Estense Selvatico, Note a La pittura e la scultura in Italia, in “Rivista europea. Nuova serie del Ricoglitore italiano e straniero”, a. IV, parte II, Milano, 1841, pp. 334-335;
Carlo D’Arco , Intorno al carattere nazionale che aver debbono le arti italiane, aggiungetevi alcune asserzioni pratiche sopra varie opere esposte in Milano dal 1837 al 1841, Co’ i tipi virgiliani di L. Caranenti, Milano, 1842, pp. 50-52;
Giuseppe Berta, Enciclopedia artistica italiana, Zuccoli, Milano, 1842, p. 67;
Italie Moderne. Les Artistes lombards, in “L’artiste”, a. I, 1843, pp. 369-370;
Giuseppe Rovani, Storia delle lettere e della arti in Italia giuste le loro reciproche rispondenze ordinata nelle vite e nei ritratti degli uomini illustri dal secolo XIII fino ai nostri giorni, Nicolini, Milano, 1855, p. 181;
Constantin Von Würzback, Hayez F., in Biographisches Lexikon des Kaiserthums Oesterreich, Zamarski,, Wien, 1861, p. 153;
Emilio Poggi, Della pittura e della scultura in Italia dall’epoca di Canova ai tempi nostri, Tipografia Toscana, Firenze, 1865, p. 51;
Tito Vespasiano Parravicini, Le arti del disegno in Italia. Storia e critica. Parte Terza. L’Evo Moderno, Vallardi, Milano, 1870, p. 448;
Giuseppe Rovani, Francesco Hayez, in Le tre arti considerate in alcuni illustri italiani contemporanei, vol. 2, Treves, Milano, 1874, pp. 132-134;
Salvatore Mazza, Francesco Hayez, in “L’illustrazione italiana”, a. III, n. 5, Treves, Milano, 28 novembre 1875, p. 74;
Cari Estinti. Francesco Hayez, in “L’illustrazione popolare”, vol. XIX, n. 8, Milano, 19 febbraio 1882, p. 114;
Luigi Chirtani, Francesco Hayez, in “L’illustrazione italiana”, a. IX, n. 8, Milano, 19 febbraio 1882, p. 130;
Giuseppe Frasca, Primo anniversario della morte di Francesco Hayez, elegia, Milano, 1883, p. 6;
Giulio Carotti, Appendice, in Francesco Hayez, Le mie memorie, con discorso di Emilio Visconti Venosta, R. Accademia di Belle Arti, Milano, 1890, pp. 84, 91, 278;
Camillo Boito, L’ultimo dei pittori romantici, in “Nuova antologia di scienze, lettere ed arti”, a. XXVI, serie III, vol. XXXIII, Firenze, 1891, pp. 297-301;
Ugo Ojetti, Le belle arti dall’Hayez ai fratelli Induno, in La vita italiana nel risorgimento1846-1849, Bemporad & figlio, Firenze, 1900, p. 200;
B. C. Kreplin, Hayez Francesco, in Ulrich Tiene-Felix Becker, Allgemeines Lexikon der Bildender Kunstler, vol XVI, Leipzing, 1907, p.178;
Alfredo Melano, Pittura Italiana antica e moderna, Hoepli, Milano, 1908, pp. 468-469;
Leonce Bénédite, Storia della pittura del secolo XIX, traduzione italiana di Gino Fogolari, Società Editrice Libraria, Milano, 1915, p. 412;
Anton Springer - Corrado Ricci, Manuale di Storia dell’arte dal 1800 ai giorni nostri, vol. 5, Istituto Italiano di Arti Grafiche, Bergamo, 1924, p. 358;
Romantici italiani provenienti dalla Casa d'Austria e collezione Bolasco, catalogo di vendita, Milano, Galleria Scopinich, 1928, Rizzoli & C., Milano, 1928, n. 116, tav. IV;
Carlo Carrà, Adagio con Hayez, in “L’Ambrosiano”, a. XII, n. 129, s.e., Milano, 30 maggio 1934;
Giorgio Nicodemi, Dipinti di Francesco Hayez, catalogo della mostra, Milano, Castello Sforzesco, maggio-giugno 1934, Casa d’arte Ariel, Milano, 1934, n. 42, p. 49;
Ugo Galetti-Ettore Camesasca, Enciclopedia della pittura italiana, vol. II, Garzanti, Milano, 1950, p. 1252;
Angela Ottino Della Chiesa, Pittori Lombardi del secondo Ottocento,, catalogo della mostra, Como, Villa Comunale dell’Olmo, giugno – settembre 1954, Tipografia Editrice Cesare Nani, Como, 1954, p. 35;
Michele Biancale, Arte Italiana. L’Ottocento, Primato , Roma, 1961, p. 40;
Giorgio Nicodemi, Francesco Hayez, Vol. II, Ceschina, Milano, 1962, pp. 182-184, 197, 204, 212;
Guido Ballo, Mostra dei disegni di Francesco Hayez conservati nella Biblioteca dell’Accademia di Brera, catalogo della mostra, Atti dell’accademia di Brera, Milano, 1965, p. 8;
Fortunato Bellonzi, La pittura di storia dell’ottocento italiano, Fabbri, Milano, 1967, p. 20;
Gustavo Predaval, Pittura Lombarda dal Romanticismo alla Scapigliatura, Fratelli Fabbri Editori, Milano, 1967, p. 85;
Angela Ottino Dalla Chiesa, L’arte moderna dal Neoclassico agli ultimi decenni, Touring Club Italiano, Milano, 1968, p. 35;
Sergio Coradeschi, L’opera completa di Francesco Hayez, Rizzoli, Milano, 1971, p. 92, ill. n. 102 c;
Lidia e Franco Luciani, Dizionario dei pittori italiani dell’Ottocento, Vallecchi, Firenze, 1974, p. 241;
Paola Barocchi - Fiamma Nicolodi - Sandra Pinto, a cura di, Romanticismo storico, catalogo della mostra, Firenze, La Meridiana di Palazzo Pitti, dicembre 1973-febbraio 1974, Centro Di, Firenze, 1974, p. 73;
Fernando Mazzocca, Invito a Francesco Hayez, Rusconi, Milano, 1982, pp. 116-117;
Maria Cristina Gozzoli - Fernando Mazzocca, a cura di, Hayez, catalogo della mostra, Milano, Palazzo Reale Sala delle Cariatidi, Accademia Pinacoteca Biblioteca di Brera, novembre 1983 - febbraio 1984, Electa, Milano, 1983, n. 91, pp. 181-184;
Fernando Mazzocca, Francesco Hayez. Catalogo ragionato, Federico Motta Editore, Milano, 1994, n. 273, pp. 259-262, tav. p. 88;
Paola Zatti, Francesco Hayez, L’ultimo abboccamento di Giacomo Foscari figlio del doge Giuseppe colla propria famiglia prima di partire per l’esilio cui era stato condannato, in Sergio Rebora, a cura di, Le collezioni d’arte. L’Ottocento, Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, Milano, 1999, n. 119, pp. 202-205, ill. pp. 202-203.;
Fernando Mazzocca, Pittura di storia e melodramma: i dipinti di Francesco Hayez su "I due Foscari", in Festival Versi. Parma e le terre di Verdi, Teatro Regio di Parma, Parma, 2009, pp. 76-78;
Elena Lissoni, in Fernando Mazzocca, a cura di, Da Canova a Boccioni. Le collezioni della Fondazione Cariplo e di Intesa Sanpaolo, Skira, Milano, 2011, n. II.14, pp. 181-182, ill.;
Fernando Mazzocca, Francesco Hayez, L'ultimo abboccamento di Jacopo Foscari con la propria famiglia (I due Foscari), in Fernando Mazzocca, Isabella Marelli, Sandrina Bandera, a cura di, Hayez nella Milano di Manzoni e Verdi, catalogo della mostra, Milano, Pinacoteca di Brera, 13 aprile-25 settembre 2011, Skira, Milano, 2011, n. IV.1, p.84, ill.;
Paola Zatti, a cura di, Giuseppe Verdi e le arti, catalogo della mostra, Milano, Galleria d'arte moderna, 6 dicembre 2013 - 23 febbraio 2014, Electa, Milano, 2013, .;
Elena Lissoni, in Francesco Hayez, catalogo della mostra, a cura di F. Mazzocca, Milano, Gallerie d'Italia, 7 novembre 2015 - 21 febbraio 2016, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (MI), 2015, n. 61, pp. 214-217

Elena Lissoni
 
Credits © Copyright 2009 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati.
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA