opere in mostra

Opere in mostra

 

Achille Barbaro - Testa di bambina (Ritratto di Luciana)

Achille Barbaro   Testa di bambina (Ritratto di Luciana)
Achille Barbaro Testa di bambina (Ritratto di Luciana)

ACHILLE BARBARO

(Crema, Cremona, 1910 - Milano, 1959)
 

Testa di bambina (Ritratto di Luciana), 1936-1938
bronzo, 28 x 26 x 23 cm (senza piedistallo in legno nero) fi rmata sul retro, al centro del collo: “BARBARO” Milano, Collezione Fondazione Cariplo, inv. BI00002AFC
Bibliografia: S. Fontana, in Le collezioni d’arte. Il Novecento 2000, pp. 46-48, n. 10, ill.

Iscritto all’Accademia di Brera dal 1927, grazie a una borsa di studio della sua città natale, Achille Barbaro seguì i corsi di scultura fi no al 1934, allievo di Adolfo Wildt e Francesco Messina. Negli anni successivi ottenne numerosi riconoscimenti, tra i quali il Premio Martignoni (1933), il Premio di scultura Sarfatti (1938) e il Premio Nazionale Fumagalli (nel 1940). In questa fase giovanile dell’attività dell’artista, costellata dai primi successi, si colloca questa Testa di bambina che, come Mia madre di Bassano Vaccarini e Ninì di Fausto Locatelli, fu acquistata dalla Cassa di Risparmio il 4 maggio 1939, in occasione del Pensionato artistico di scultura promosso dall’istituto bancario (si veda cat. 60).
Il gesso originale patinato dal quale fu tratta l’opera in Collezione è probabilmente da identifi carsi con il Ritratto di Luciana del 1936 confl uito nelle collezioni del Museo Civico di Crema e del Cremasco insieme con circa cento sculture e quattordici opere di grafica, depositate nel 1966 e, infi ne, donate dagli eredi dell’artista (1990).
La scultura, una fusione di grande pregio che conserva la sua patina originale, rivela stringenti affi nità nella posa, nella resa realistica della fi gura e nella sintesi dei volumi con la produzione di Francesco Messina, del quale Barbaro fu allievo. La conciliazione del dato naturale con la rappresentazione di una dimensione interiore è una costante della ricerca dell’artista, che recupera l’arte classica reinterpretandola in chiave moderna in una serie di enigmatiche fi gure femminili e ritratti di fanciulli, cui si dedica fi no alla maturità.

Elena Lissoni

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA