opere in mostra

Opere in mostra

 

Arrigo Renato Marzola - Fine di giornata

Arrigo Renato Marzola   Fine di giornata
Arrigo Renato Marzola Fine di giornata

ARRIGO RENATO MARZOLA

(Ostellato, Ferrara, 1889 - Garbagnate, Milano, 1965)
 

Fine di giornata, 1923
olio su tela, 155 x 193 cm fi rmato in basso a destra: “R. MARZOLA” Milano, Collezione Fondazione Cariplo, inv. AI00074AFC
Esposizioni: 1923, Milano, Esposizione nazionale d’arte, n. 243.
Bibliografia: Esposizione nazionale d’arte 1923, p. 33, n. 243, s. ill.; P. Zatti, in Le collezioni d’arte. Il Novecento 2000, p. 221, n. 219, ill.

Acquistato l’11 gennaio 1924 presso la Società Permanente di Milano in occasione della Esposizione Nazionale di Brera, il dipinto risale agli anni di maggiore affermazione dell’artista che, dopo l’esordio all’esposizione braidense del 1913, aveva ottenuto una discreta notorietà documentata dalla crescente partecipazione espositiva, da numerosi riconoscimenti uffi ciali (come l’acquisto, nel 1915, del dipinto Mia Madre da parte della Galleria d’Arte Moderna di Milano), fi no alla nomina a socio onorario di Brera e professore di disegno alla Scuola degli Artefi ci, incarichi che ricoprì dal 1920 al 1959. Questa composizione attinge a quel repertorio di carattere sociale cui l’artista si accostò a partire dalla metà del secondo decennio del secolo, periodo cui risalgono alcune opere analoghe, sia dal punto vista stilistico che iconografi co, come Uomini e cavalli all’alba del 1915 (collezione privata). Si tratta di un nucleo circoscritto di dipinti, ambientati nella periferia industriale, accomunati dalla volontà di esprimere la contrapposizione tra la fatica umana e il progresso, una tematica particolarmente cara agli artisti lombardi. Tra essi la critica ha riconosciuto in Aroldo Bonzagni, anch’egli ferrarese, la personalità più vicina a Marzola con cui condivise, tra il 1910 e il 1920, la passione per questi soggetti. In questo dipinto, probabilmente riferibile agli anni immediatamente precedenti la sua presentazione a Brera, una pennellata a tocchi larghi e ricchi di impasto suggerisce solo sommariamente le due fi gure in primo piano, che prendono risalto da uno sfondo dai toni caldi e accesi, reso mediante una stesura del colore a fi lamenti che rivela un interesse ancora vivo per la lezione divisionista.

Paola Zatti

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA