opere in mostra

Opere in mostra

 

Tosi Arturo - Alta Valle Seriana

Tosi Arturo   Alta Valle Seriana
Tosi Arturo Alta Valle Seriana

ARTURO TOSI

(Busto Arsizio, Varese, 1871 - Milano, 1956)
 

Alta Valle Seriana, 1923
olio su tela, 70 x 90 cm fi rmato in basso a sinistra: “A. TOSI” Milano, Collezione Fondazione Cariplo, inv. AI00100AFC
Esposizioni: 1923, Milano, Esposizione nazionale d’arte, n. 178; 2018-2019, Milano, Margherita Sarfatti, s.n.
Bibliografia: Esposizione nazionale d’arte 1923, n. 178, p. 27; Tesori d’arte 1995, p. 522, ill. n. 1088; L. Lecci, in Le collezioni d’arte. Il Novecento 2000, n. 336, pp. 309-310, ill.; Rebora 2001, p. 8; Margherita Sarfatti 2018, p. 311, non riprodotto in catalogo.

Acquistato per la somma di quattromila lire l’11 gennaio 1924 presso la Società Permanente di Milano, in occasione dell’Esposizione Nazionale di Brera, il dipinto raffi gura uno scorcio della Valle Seriana, la regione montuosa a trenta chilometri da Bergamo.
L’opera è articolata in tre sezioni: la prima (partendo dal basso) raffi gura la pianura ed è sui toni del marrone e del verde; la seconda schizza le montagne grigio-rosa e la terza il cielo coperto da spesse nuvole bianche.
Il dipinto si innesta nel naturalismo lombardo che aveva contraddistinto la formazione di Arturo Tosi. Nel 1891 il pittore e critico Vittore Grubicy aveva notato un suo quadro esposto alla Permanente di Milano e l’aveva avvicinato alla scuola che manteneva viva la tradizione tardo- ottocentesca. Anche in seguito alla retrospettiva della Biennale di Venezia dedicata nel 1920 a Paul Cézanne, la sua tavolozza e il modo di costruire i volumi benefi ciarono dell’esempio dell’artista francese. Questa “inversione di rotta” si nota maggiormente nell’altro dipinto di Tosi presente in Collezione, Elegia campestre, che risente in modo più marcato delle indicazioni del Novecento Italiano, cui Tosi conferisce un’interpretazione libera.
L’incontro con Margherita Sarfatti garantì fortuna e notorietà all’artista, che tuttavia non rinunciò alla sua rielaborazione dell’eredità della Scapigliatura lombarda.

Antonella Crippa

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA